L’Associazione San Bonaventura Onlus, nei giorni 30 e 31 maggio prossimi, è lieta di presentare due importanti appuntamenti nella cornice della Biblioteca Fra Landolfo Caracciolo del Complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore.

I due momenti di confronto sono inseriti nell’ambito delle iniziative previste per l’evento Il Francescanesimo a Napoli attraverso le opere della biblioteca Fra Landolfo Caracciolo in Napoli, parte del percorso Volumina et digital library che l’Associazione ha curato in quattro biblioteche del territorio regionale.

I due momenti di confronto, per tematiche e modalità di svolgimento, sono rivolti non solo ai rappresentanti delle Istituzioni e agli operatori del settore ma, soprattutto, ai fruitori dei beni culturali.

Il primo dei due appuntamenti, previsto per il 30 maggio alle h. 16,00, rompe gli schemi del classico dibattito o della tavola rotonda e si propone come un “irrituale” processo al digitale! La grande aula di lettura della Biblioteca si trasformerà per l’occasione in un tribunale in cui il Prof Carlo Federici nelle vesti di pubblico ministero e la Prof.ssa Agnese Galeffi e il Soprintendente Paolo Franzese nei panni di avvocati difensori, si affronteranno in un inedito processo in cui l’imputato è proprio la pratica della digitalizzazione nei beni culturali, e accusa e difesa presentano pareri in contradditorio, con la convocazione di testi, arringhe in difesa e tesi di accusa, dando voce anche ai quesiti di approfondimento proposti dalla presidenza della giuria popolare guidata da SE Valentino Di Cerbo Vescovo di Alife Caiazzo e con la partecipazione dell ‘Avv. Raffaella Veniero direttrice scuola forense napoli e dell’ Avv Maria Coletta archivista e bibliotecaria.

Il Secondo appuntamento si svolgerà il 31 maggio alle ore 10,00 e vedrà il Vicepresidente nazionale ABEI Francesco Failla discutere con la neoeletta Presidente Aib Rosa Maiello sulle strategie per raggiungere l’eccellenza nelle biblioteche pubbliche e private.